Tatuaggi

Il tatuaggio è qualcosa di sacro… un indelebile concetto marchiato sulla pelle che non morirà mai… tutto finisce, mai i nostri tatuaggi…

La storia ne è da testimone… il bisogno di fermare un’emozione sulla pelle c’è sempre stato… Ha fatto parte di moltissime culture, sia antiche che contemporanee, accompagnando l’uomo per gran parte della sua esistenza…

A seconda degli ambiti in cui esso è radicato, ha potuto rappresentare sia una sorta di carta d’identità dell’individuo, che un rito di passaggio, ad esempio, all’età adulta.

In Italia ebbe una delle sue prime apparizioni con gli antichi Romani e molti anni più tardi il tatuaggio diventò pratica comune tra gli aristocratici come segno di appartenenza alle famiglie nobili

Dalla fine degli anni ’60 e inizio anni ’70 in poi, la cultura del tatuaggio ha conosciuto una progressiva diffusione, prima tra i giovani hippy e successivamente fra i motociclisti, conquistando lentamente ogni strato sociale e ogni fascia d’età.

I lavori mostrati di seguito sono stati eseguiti da Paul Petroianu, che troverete in studio per qualsiasi tipo di informazione e/o preventivi.

Commenti chiusi